20/05/2018 – Altopiano di Lamon, Val Senaiga lungo via Claudio Augusta

Il territorio: L’altopiano di Lamon comprende oltre 5400 ettari, si distende tra 400 e 2058 metri di altitudine (monte Coppolo) a NW del territorio Feltrino alle soglie delle Dolomiti di Primiero e del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi; idealmente delimitato a est dalla profonda valle del Cismon e verso ovest dalla Val Senaiga che lo separa dal Tesino. L’altopiano ha un clima tipicamente montano alpino, ed è ricco di sorgenti e corsi d’acqua che alimentano a fondovalle i torrenti Senaiga e Cismon. Le testimonianze storiche del territorio rimaste nell’oblio per secoli sono riemerse molto lentamente a partire dal XVI sec. Le ricerche archeologiche degli ultimi anni hanno permesso il recupero e classificazione del materiale che era stato disperso e ora è esposto al Museo archeologico di Lamon arricchito da nuovi ritrovamenti. Numerosi e significativi sono i reperti che testimoniano, insediamenti dal neolitico e la frequentazione dell’altopiano di popolazioni del paleolitico. Nel 15 a.C. a seguito delle campagne militari romane contro i Reti viene tracciata da Druso una via militare per collegare l’area dell’importante porto di Altino con i territori danubiani di Augsburg. La via militare prenderà il nome di Claudia Augusta dall’imperatore Claudio, figlio di Druso, che la portò a termine nel 46/47 d.C. Ci sono diverse ipotesi sul tracciato, ma le ricerche storiche, le evidenze archeologiche come la necropoli romana di S. Donato in località Piasentot e la posizione del ponte romano, sebbene rimaneggiato in epoche più recenti, rendono molto credibile che l’originario tracciato della Via Claudia Augusta attraversi il territorio lamonese. Il recupero della memoria storica delle tradizioni culturali è diventato oggi strumento per la valorizzazione del territorio e la promozione turistica. Antesignana delle grandi vie di comunicazione europee e per lungo tempo unica rete viaria tra regioni retiche ed adriatiche, la Via Claudia Augusta, è oggi oggetto della intensa promozione turistica dell’intero tratto, molto apprezzata da escursionisti e cicloturisti. L’escursione proposta offre numerosi motivi di interesse, storico (Necropoli di Piasentot, ponte romano, tracciato via Claudia Augusta), paesaggistico e naturalistico (vecchie contrade, boschi, grotte, cascate), in un territorio che grazie alla sua morfologia e alla sua storia ha conservato un ambiente con un apprezzabile livello di naturalità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.



Copyright © 2018 Cral Araba Fenice - Araba Fenice CRAL Monte dei Paschi di Siena in Padova.
| MyCralaraba WordPress Theme

Per continuare ad utilizzare questo sito bisogna accettare l'utilizzo dei cookies. maggiori informationi

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu accetti l'utilizzo dei cookies.

Chiudi